29 aprile 2011

Scott Duff

Mash-up tra Scott Joplin, nome dell'altro locale milanese di Raffaello e Giulio, e Mc Duff, nome del pub in zona Moscova del quale hanno rilevato la gestione - certo non il massimo della fantasia. Interni rimessi a nuovo sullo stile del pub madre, quindi abbondanza di legni bianchi, oblò, sgabelli, luci calde - un'ambientazione a metà strada tra marinaresco e provenzale che lascia vagamente spiazzati. Fine delle critiche.
Perchè poi butti l'occhio sulle bocche da fuoco a bancone e tutto torna sereno: in questi giorni sgorgano Mahr's Pils, Ducato Verdi e BIA Oatmeal Stout, St. Peter's Ruby Red, Schoenramer Pils, Spezial Maerzen, Brewdog Punk, Rurale Seta, Blaugies La Moneuse, Titanic White Star a pompa e due trascurabili St. Feuillien Brune e Delirium Tremens, penso utilizzate come scacciacani. A supporto, una buona dose di bottiglie non ancora completa e definitiva, parte consumabile in loco e parte da asporto in modalità beer-shop.
Apertura eroica dalle undici del mattino alle due di notte durante la settimana, nel weekend dal pomeriggio.

Serve altro? 
Già, qualche foto.





2 commenti:

Putro ha detto...

Dovrebbero mettere a legge l'apertura dei pub dalle 11 di mattina.

davide ha detto...

e perche' non dalle 7.30 scusa?